SECONDA USCITA STAGIONALE PER LA TRUPPA DI BECATTINI. 1-1 A POGGIBONSI

Print Friendly, PDF & Email

Poggibonsi – Terranuova 1-1 (0-1 pt)

Il tabellino

POGGIBONSI: Di Bonito, Marcucci, Di Paola, Gistri, Cecchi, Martucci, Barbera, Camilli, Bellini, Mencagli, Saccardi. A disposizionne: Baracco, Sebastiano, Borri, Rocchetti, Iania, Bartolozzi, Bigozzi, Motti, Corcione, Pittalis, Guerrucci. Allenatore: Stefano Calderini.

TERRANUOVA TRAIANA: Fedele (dal 35′ st Antonielli), Marini (dal 1′ st Minatti), Senzamici (dal 23′ st Sepe), Mannella, Saitta, Bega (dal 1′ st Cioce), Redi (dal 35′ st Giusti), Massai (dal 23′ st Occhiolini), Ceppodomo (dal 35′ st Saputo), Viganò (dal 1′ st Taflaj), Mascia (dal 1′ st Petrioli). Allenatore: Marco Becattini.

ARBITRO: Enned Abdellah della sezione di Firenze.

RETI: 36′ pt Redi (TT), 28′ st Bigozzi (P).

Seconda uscita stagionale per il Terranuova Traiana targato Marco Becattini.

Dopo la sconfitta patita venerdì scorso 2-1 al Leporaia di Ponte a Egola contro il Tuttocuoio, nel tardo pomeriggio di ieri i biancorossi sono scesi in campo allo Stefano Lotti di Poggibonsi.

In un caldo infernale Massai e compagni si sono mostrati all’altezza del più quotato avversario, facendo vedere interessanti trame di gioco.  

Finisce 1-1 con i valdarnesi in vantaggio nella prima frazione di gioco grazie alla rete di Nicholas Redi e pareggio poi dei valdelsani nella ripresa con Bigozzi.

Domani per i terranuovesi altro test-match. Alle 16 debutto davanti al pubblico amico del Mario Matteini contro i fiorentini del Centro Storico Lebowski

Francesco Pianigiani

cronaca a firma Francesco Benincasa tratta dal sito web www.gazzettadisiena.it

Sfida amichevole che ricorda il sapore della scorsa Serie D quella andata in scena allo Stefano Lotti tra Poggibonsie e Terranuova Traiana. Partita giocata a buoni ritmi nonostante il gran caldo. I 40° gradi costringono il direttore di gara a “chiamare” il cooling break al minuto 20′ poco dopo la prima vera occasione del match: Mannella si presenta al limite dell’area dei leoni e libera il destro con Di Bonito attento a respingere in angolo. Dal successivo angolo Redi pesca in mezzo Saitta che di testa colpisce con Di Bonito bravo a bloccare. Anche il Poggibonsi si rende pericoloso da corner 9 minuti più tardi: Camilli dalla bandierina batte su Martucci che tutto solo sfiora la traversa con il punteggio che rimane inchiodato sullo 0-0. Il Terranuova trova il vantaggio al minuto 35′: Redi con un tocco sotto serve Marini che allarga su Viganò. Dalla destra, il 10 bianco rosso trova nuovamente Redi solo in mezzo all’area che prima manda a vuoto Cecchi con il controllo, e poi batte Di Bonito con il sinistro.
Il Primo tempo si chiude con il Poggibonsi in avanti che cerca il pareggio dal terzo angolo battuto da Camilli con la palla che attraversa “l’area piccola” senza pero impensierire troppo la difesa.

Secondo Tempo

Nel secondo tempo subito cambi per il Terranuova: Fuori Mascia, Viganò, Marini e Bega; dentro Taflaj, Petrioli, Minatti e Cioce. Nel Poggibonsi invece Calderini butta subito dentro Borri, Sebastiano, Guerrucci, Motti, Bigozzi, Bartolozzi; confermando soltanto Di Bonito, Gistri, Barbera e Marcucci.
Al 6′ Poggibonsi ancora vicino al pareggio: Barbera batte corto un corner, riceve nuovamente da Guerrucci e scaraventa la palla dentro. La sfera attraversa nuovamente l’area piccola senza però trovare un attaccante pronto a ribadire in gol. Dopo il cooling break Calderini mette dentro anche Pittalis e Corcione al posto di Barbera e Marcucci. Anche Becattini fa altri cambi: Sepe e Occhiolini al posto di Senzamici e Massai. Al minuto 28′ arriva il pareggio dei leoni: Bigozzi dai 16 metri calcia piazzato sul primo palo dove Fedele tocca soltanto senza però riuscire nella respinta. Poco dopo, Motti dal limite cerca il tiro di forza senza però trovare la precisione permettendo a Fedele una parata semplice in due tempi. Nell’ultimi 10 minuti per il Terranuova spazio anche per Antonielli, Giusti e Saputo al posto di Fedele, Redi e Viganò. La partita si chiude senza recupero senza tante altre emozioni.

Leave a Reply